Eventi & Cultura

Priverno. Il berretto a sonagli. Flavio Bucci interpreta Pirandello

22/02/2007

Terzo appuntamento con il teatro. Oggi, giovedì 22 febbraio, alle ore 21 in scena ‘Il berretto a sonagli’ da un’opera di Luigi Pirandello per la regia di Nucci Ladogana con Flavio Bucci che già lo scorso anno ha interpretato, riscuotendo un enorme successo, ‘Il mercante di Venezia’ di William Shakespeare.
Lo spettacolo è stato rimandato di una settimana a causa di alcuni imprevisti tecnici ma per domani è tutto pronto. Derivato da due novelle e scritto prima in dialetto nel 1916, ‘Il berretto a sonagli’ fu pubblicato in italiano nel 1918 e poi ripulito in due successive edizioni negli anni Venti. La signora Beatrice sospetta che il marito, cavalier Fiorica, la tradisca con la giovane consorte del suo scrivano Ciampa: rosa dalla gelosia, con la complicità del delegato di polizia Spanò, ordisce una trappola per sorprendere i due in flagranza, in modo da dare una lezione al marito e ricondurlo a sé, sottomesso e pentito. L’irruzione della polizia in casa di Ciampa, lo scandalo nato dall’arresto della moglie Nina e del cavaliere, rende chiaro a tutto il paese il problema dello scrivano che, vera o falsa che sia l’accusa di adulterio, per tutti, sarà d’ora in avanti, un “cornutu accurdatu”, soddisfatto e consenziente. La reazione di Ciampa è furiosa, e non gli resta che difendere il suo onore con un gesto disperato: uccidere il cavalier Fiorica e la moglie Nina. Tuttavia egli intuisce che tutto potrebbe aggiustarsi se la signora Fiorica ammettesse di aver agito perché resa insana dalla sua folle gelosia. Davanti alle rimostranze di Beatrice, Ciampa però rivela perfidamente di aver sempre saputo e voluto ignorare l’adulterio di Nina per una complicata e sordida ragione che lo ha portato ad accettarlo purché fosse ignorato da tutti. In scena anche Diana DeToni, Gioietta Gentile, Fabrizio Coniglio, Renato Campese, Luigi Mezzanotte, Chiara Gioncardi, Daniela Monteforte. Collaboratore al testo Ettore Catalano, impianto scenico a cura di Daniele Trevisi, costumi di Santi Migneco, luci di Tommaso Damiani.
Ogni opera di Pirandello porta sempre in dote una lezione che non smetteremo mai di imparare, e un insegnamento che non potremo mai dimenticare. Il grande autore siciliano ha fatto della ricerca e dell'analisi dei comportamenti sociali il punto focale della propria drammaturgia, e la sua lucida profondità è ben visibile ne ‘Il berretto a sonagli’, messo in scena da Nucci Ladogana.
Di tanta eredità pirandelliana Flavio Bucci fa un autentico tesoro, mostrando al pubblico, incantato dalla sua maestria, uno scrivano Ciampa esemplare che dà anima al testo e sostanza allo spettacolo.
Il prossimo spettacolo è previsto per venerdì 9 marzo quando andrà in scena ‘Due scapoli e una bionda’ di Neil Simon con Franco Oppini, Ninì Salerno, Barbara Terrinoni per la regia di Alessandro Benvenuti.
La stagione teatrale è organizzata dal Comune di Priverno – Assessorato alla Cultura di cui è delegata Patrizia Fantozzi e dal Servizio Biblioteca - e dall’A.T.C.L. (Associazione Teatrale Comuni del Lazio). Per informazioni è possibile contattare la Biblioteca Comunale chiamando il numero telefonico 0773912501 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 di mattina e dalle 15 alle 18.30 di pomeriggio.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE