Cronaca

Priverno. Leoni trafugati, un sopralluogo della Sovrintendenza

29/01/2007

Qualche giorno fa il sindaco di Priverno, Umberto Macci, aveva inviato una lettera all’architetto Anna Maria Affanni, Soprintendente per i Beni Architettonici e per il paesaggio del Lazio, contenente una proposta per ‘ riempire gli spazi vuoti’ lasciati dai leoni in pietra, trafugati nel mese di novembre dello scorso anno, posti ai lati della scalinata che conduce alla Cattedrale di Santa Maria e alla sede comunale avanzando, in via provvisoria, la soluzione di cilindri in pietra uguali a quello in parte rimasto sulla scalinata per sorreggere la ringhiera.
La Soprintendenza ha accolto la richiesta rispondendo all’invito di verificare lo stato dei luoghi e la fattibilità dell’intervento proposto nell’ambito di un eventuale sopralluogo a Priverno che si è svolto nella mattinata di oggi alla presenza dell’ing. Orlandi per la Soprintendenza e del primo cittadino per il Comune escludendo la possibilità di sostituire gli originali con delle copie e concordando con la proposta avanzata da Macci.
La soluzione dei cilindri rimane comunque provvisoria dal momento che successivamente è intenzione dell’amministrazione indire un concorso di idee al fine di valutare la possibilità di sostituzione definitiva. Anche da parte di alcuni componenti del Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo è stata espressa la volontà di contribuire a sostenere le iniziative volte a sostituire i leoni trafugati

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE