Sport

Latina. Tutto l'amore per lo sport. Daniele Nardi: «Il mio prossimo obiettivo è il Pakistan, con la scalata delle scalate: gli 8611m del K2»

30/10/2006

Davanti le Telecamere di ParvapoliS con Daniele Nardi, alpinista, premiato (insieme ad altri quindici sportivi pontini) per i risultati ottenuti nella stagione con il riconoscimento di "Messaggero dello sport" dall'assessore allo Sport della Provincia di Latina, Enrico Tiero.
«Fa sempre piacere quando la nostra attività viene riconosciuta - esordisce Nardi - Il prossimo passo sarà riconoscere i risultati anche di quei ragazzi che quest'anno - come sapete - hanno raggiunto la cima dell'Aconcagua a 7.000 metri, tra cui Stefano Milani e Massimo della Valle».
Hai avuto anche la grande soddisfazione di portare la bandiera di Latina su queste cime.
«Certo, insieme alla Provincia di Latina e alla sua bandiera siamo già stati sulla vetta dell'Everest. È chiaro che adesso, con la crescita personale, con l'esperienza, con gli allenamenti, le altre spedizioni, mi sento pronto per affrontare la "scalata delle scalate", ovvero il K2, 8.611 metri, la più difficile di tutte. Ci troveremo in Pakistan, quindi la situazione non sarà tanto semplice anche dal punto di vista politico-militare, ma io sono pronto per partire e sono sicuro che ci sono buone probabilità di portare anche lì, sulla cima, la bandiera di Latina».
Come ti stai preparando per quest'impresa?
«Negli ultimi mesi ho avuto qualche difficoltà fisica, dovuta all'ultima spedizione effettuata, ma adesso ho recuperato la forma, ho ricominciato a correre e a fare palestra. Faccio quindi un'ora, un'ora e mezza di corsa al giorno e un'ora, un'ora e mezza di palestra, per il momento ancora abbastanza "soft"; ma tra due-tre settimane inizieremo con gli allenamenti seri».

Andrea Apruzzese


    Tag

    Latina

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE