Eventi & Cultura

Ventotene. Jazz, parte il Festival Rumori nell'Isola

30/08/2006

Ormai giunto alla quinta edizione, il festival Rumori nell’Isola (5-6 settembre) si conferma sempre più come la kermesse di riferimento all’interno delle manifestazioni culturali dell’Isola di Ventotene, per quanto riguarda la musica e il jazz in particolare. Così come negli anni si è venuta a consolidare una numerosa presenza di turisti, che scelgono di passare le proprie vacanze proprio durante i primi giorni di settembre, periodo legato storicamente alla manifestazione. Le difficoltà sempre maggiori nel reperire i fondi necessari allo svolgimento del festival, non hanno tolto però l’entusiasmo – e la volontà – al gruppo di ragazzi dell’isola che organizza e sostiene il festival sin dal 2002. Certo il numero dei concerti in cartellone diminuisce come quantità, ma la qualità è sempre garantita grazie all’impegno e la passione di Angelo Romano, musicista ventotenese nonché direttore artistico del festival Rumori nell’Isola.
Seguendo le orme di Altiero Spinelli - proprio da Ventotene lanciava in Europa nel 1941 il celebre “Manifesto di Ventotene”, che dette un forte contributo al processo di integrazione europea - il festival ogni anno propone un progetto di respiro europeo.
E se nella passata edizione era la volta del Jan Rzewski quartet (Belgio), quest’anno Rumori nell’Isola propone Royal Victoria Hotel, performance per corpo e strumento, con la coreografa e danzatrice slovena Andreja Rauch e il trombonista Sebastiano Tramontana, italiano di nascita ma tedesco d’azione. La commistione tra danza e musica, che il duo porta avanti da anni, si svolge nella continua ricerca della centralità dei due elementi stessi: danza e musica, tralasciando quindi la vecchia concezione che vede la musica come elemento sostenitore di un’idea portata avanti dalla sola danza.
La performance si terrà nel magnifico scenario dei giardini archeologici del Castello di Ventotene il 5 settembre.
A seguire sarà la volta del quartetto di Alice Claire Ranieri. La giovane cantante anglo-italiana è accompagnata da una sezione ritmica jazz di provata esperienza, composta da Andrea Frascaroli (piano e tastiere), Stefano Cesare (contrabbasso), e Gianni Di Renzo (batteria), che vanta un’intesa musicale e un bagaglio di esperienze comuni decennale. Pur inserendosi con tutta evidenza, sia per quanto concerne la scelta degli strumenti sia per il materiale musicale trattato, nel solco della tradizionale formazione jazz trio + voce, il gruppo tenta di distinguersi attraverso alcune particolari scelte artistiche: un’attenta riarmonizzazione, quasi una ri-scrittura sia pure molto rispettosa, del materiale tradizionale reso nuovo ed attuale, e all’intenzione improvvisativa tesa al “cantabile” per creare spazi e respiri nella cui cornice possano meglio evidenziarsi il senso ed il colore di note e parole.
Il 6 settembre il palco di Piazza Castello ospiterà il Marco Zurzolo quintet.
Marco Zurzolo è uno dei più apprezzati sassofonisti della scena jazz italiana. Negli anni ha attraversato molti generi musicali e numerose sono le sue esperienze nel campo del teatro e del cinema. Ha collaborato spesso con lo gli Art Ensemble of Chiacago, esperienza che ha portato Zurzolo a creare un proprio linguaggio, ove fonde i colori della sua terra con le sonorità del free-jazz.

Rita Bittarelli

    Tag

    Ventotene

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE