Eventi & Cultura

Priverno. Parte il San Martino Musica Festival

03/08/2006

Sabato 5 agosto prende il via la VII edizione del “San Martino Musica Festival” a Priverno, organizzato dall’Accademia Musicale Lepina con il patrocinio ed il contributo del Comune di Priverno, della Provincia di Latina e della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura.
Grazie al lavoro infaticabile del Presidente dell’Accademia, il M° Luigi Neroni, anche quest’anno, nella suggestiva ambientazione del Castello di San Martino, riecheggeranno suoni e melodie classiche. La direzione artistica è affidata, come sempre, al M° Francesco Belli.
In programma per questa edizione del Festival le performances di un solista d’eccezione il 5 agosto, la coinvolgente atmosfera della musica corale il 7, un viaggio nella canzone napoletana classica il 9 ed un omaggio a Mozart nel 250° anniversario della sua nascita il 10 agosto .
Anche quest’anno l’orchestra presente nelle serate dedicate alla musica sinfonica sarà la Latina Philharmonia che, per il Concerto d’Inaugurazione, eseguirà Coriolano, ouverture in do min. e la Sinfonia n° 2 in re magg. di L. v. Beethoven.
Composta per la tragedia Coriolano di Heinrich Joseph von Collin nel 1807, l’ouverture fu presentata la prima volta insieme ad altre due novità di Beethoven, la Quarta Sinfonia e il Quarto Concerto per pianoforte e orchestra nel marzo dello stesso anno sotto la direzione dell’autore. L’opera si apre con tre notissimi unisoni degli archi che crescono fino ad esplodere in accordi di tutta l’orchestra. La sinfonia n° 2 fu invece terminata nel 1802 e presentata al pubblico il 5 aprile 1803 a Vienna sotto la direzione dell’autore. La Seconda si apre, secondo un uso caro soprattutto ad Haydn, con un Adagio molto introduttivo che sfocia direttamente nel primo movimento che è una testimonianza completa della nuova concezione sinfonica beethoveniana, elaborata dalla lezione delle ultime sinfonie di Mozart, con una nota personale: la natura più bassa dei temi, più popolare, spesso vicina alla marcia.
Inoltre, sempre la sera del prossimo 5 agosto, l’orchestra accompagnerà il cornista inglese Jonathan William nel Concerto n° 4 in mi magg. per corno e orchestra K 495 di W. A. Mozart. Ultimo dei quattro concerti per corno dell’autore salisburhese, questo lavoro, datato 26 giugno 1786, contiene come gli altri un messaggio scherzoso all’amico Leutgeb, costretto qui a decifrare un autografo scritto con inchiostro di quattro colori diversi. Il Concerto è quasi un duplicato del n° 3, presentando anch’esso un secondo tempo costituito da una Romanza, la cui diffusa cantabilità, incastonata tra il virtuosismo del primo movimento e le fanfare da caccia del finale, propone un uso del corno rinnovato rispetto al ruolo puramente decorativo attribuitogli nel Settecento. E al corno viene qui offerta la possibilità di esibirsi in cadenze solistiche.
Jonatham William è primo corno della Chamber Orchestra of Europe dal 19825, ha suonato come primo corno con la London Philharmonic Orchestra ed ha fondato il Gaudier Ensemble. Dal 1998 collabora con il Teatro Lirico di Cagliari e dal 1999 con la Sydney Symphony Orchestra. Un ospite illustre per dare il la ad un Festival che ormai è divenuto tradizione per la città di Priverno e non solo.
Il 7 agosto sarà la volta di una serata dedicata alla spensieratezza: “Chi vuol esser lieto sia…” questo il titolo di quello che sarà un vero e proprio excursus musicale attraverso epoche, generi e stili diversi con la partecipazione del coro Annuntiatae Cantores di Sabaudia, che torna ad esibirsi al Festival per riproporre una serata densa di emozioni.
Da non perdere poi, il 9 agosto, per la sua eccezionalità e specificità musicale, un altro gradito ritorno al Festival: l’esibizione del complesso Alma Latina che, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, torna a proporre brani della più antica tradizione melodica napoletana, percorrendo un viaggio musicale nella storia della Canzone Napoletana d’Autore.
Il Festival terminerà il 10 agosto con un “Omaggio a Mozart” in cui saranno proposti il Divertimento n° 3 in fa magg. K 138, il Concerto il la magg. per clarinetto e orchestra K 622 con l’esecuzione solistica del M° Francesco Belli, l’Adagio e fuga in do min. K 546 e l’Eine Kleine Nachtmusik in sol magg. K 525.
Un programma ricco, come sempre, che sottolinea la sensibilità musicale dei Maestri Neroni e Belli, che hanno saputo dar vita ad un Festival di Musica ormai divenuto appuntamento nelle sere d’estate pontine.
D’altra parte lo scopo dell’Accademia Musicale Lepina, organizzatrice dell’evento, è proprio quello di diffondere la cultura musicale tramite la realizzazione di concerti e rassegne, in uno scenario come quello del Castello di San Martino, capace di evocare magiche atmosfere.
I Concerti avranno tutti inizio alle ore 21.30, l’ingresso è a pagamento ed i biglietti si potranno acquistare nei giorni e luoghi dei concerti a partire dalle ore 20,30.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE