Eventi & Cultura

Priverno. Festa dell'Associazionisti, un bilancio

30/05/2006

Grande partecipazione di pubblico, oltre che una massiccia presenza di molte realtà associative di Priverno, si è registrata domenica, 28 maggio, presso il Castello di San Martino dove si è svolta la terza edizione della Festa dell’Associazionismo. Soddisfazione è stata espressa dal consigliere Roberto Federico, delegato alle Politiche Giovanili e ai rapporti con le Associazioni che, insieme al vicesindaco Fabio Martellucci, ha accompagnato l’apertura degli stand in mattinata, dando il benvenuto alle associazioni e introducendo il programma della giornata.
Sono partiti subito, in mattinata, i tornei di volley e di calcio: cinquanta bambini hanno preso parte al primo e circa una sessantina al secondo. Alle ore 10.30 si è svolto il convegno organizzato dall’associazione ‘ViviPriverno’, con il patrocinio del Comune di Priverno, dal titolo ‘Ci cadrà il cielo addosso?’ sul cambio climatico. A relazionare sul tema è stato il coordinatore del modulo ‘L’uomo, l’ambiente, il clima’, presso l’Università Europea di Roma, Fabio Malaspina. Il dibattito è proseguito con una breve presentazione della rete Meteonetwork come curatrice del progetto di monitoraggio meteo sul territorio di Priverno nato dalla collaborazione con il Comune e promosso dall’Associazione ‘ViviPriverno’.
Dopo le conclusioni, tutti hanno pranzato, a sacco, all’interno del Parco di San Martino e nel pomeriggio, la festa è ricominciata con le attività di intrattenimento e musicali non solo rivolte ai bambini. Ad esibirsi per prima è stata la Dixieland Jazz Band di Priverno seguita dai ragazzi del Centro Diurno che hanno intonato alcune canzoni insieme al gruppo di musica popolare Mantice. E poi ancora la dimostrazione di karate della palestra Airone e l’associazione Sole e Luna che, in collaborazione con la palestra Johnny, ha intrattenuto i presenti con balli latino – americani, salsa e merenghe.
Un’esperienza, anche quest’anno, che ha incoraggiato l’amministrazione e gli organizzatori e che certamente continuerà ad avere un seguito perché momento importante di scambio e confronto nonché di unione di realtà associative diverse, partecipato e condiviso dalla città.

Mauro Cascio

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE