Eventi & Cultura

Priverno. Festa di San Tommaso, un bilancio

09/03/2006

Quattro giornate dedicate agli scambi culturali ed economici e all’integrazione. Questo lo spirito con cui si sono svolti i festeggiamenti in onore di San Tommaso dal 4 al 7 marzo che ha portato a risultati concreti gettando le basi per solidi contatti di carattere commerciale.
Presenti le delegazioni slovacca, slovena, polacca e portoghese - nell’ambito dell’associazione Eurocitizens - oltre a quella italiana di Caposele.
La manifestazione in onore del santo patrono privernate si è aperta con il convegno presso il Castello di San Martino del 4 marzo sul tema Quali opportunità economiche nei rapporti di scambio tra i piccoli Comuni?. Alla presenza del sindaco di Priverno, Umberto Macci e dell’On. Gabriele Panizzi, è stato introdotto il dibattito che ha visto coinvolti tutti i rappresentanti delle delegazioni estere convenute i quali hanno preso, a turno, la parola, per portare il proprio contributo alla discussione improntata sull’importanza di allacciare legami di carattere non solo culturale ma anche economico.
“La vostra presenza – ha esordito Macci nel presentare i lavori – è un grande onore per la città di Priverno. Il nostro vuole essere un modesto contributo all’integrazione europea con l’obiettivo di procedere ad una crescita reciproca basata sull’approfondimento anche delle opportunità economiche, per far conoscere, in Europa, i nostri prodotti e intrecciare un rapporto di scambio tra piccoli Comuni. L’idea di Europa ci ha costretti a pensare in maniera diversa; costante è anche la necessità di cominciare a pensare all’integrazione delle categorie più deboli con maggiore e particolare attenzione verso il sociale”.
D’accordo con le linee guida delineate da Macci in apertura, tutti i rappresentanti politici delle delegazioni i quali sono dapprima e singolarmente intervenuti sulle realtà specifiche dei loro paesi, descrivendone le peculiarità anche economiche, per giungere poi a fare un discorso allargato che include l’esplicita volontà di integrarsi con quanti intendono condividere i loro progetti e programmi. E il dato importate che è emerso nel corso della discussione è proprio la necessità di procedere, attraverso legami di carattere culturale, allo scambio economico per la commercializzazione dei prodotti tipici. Dello stesso avviso l’On. Panizzi che, nelle conclusioni, ha evidenziato l’importanza delle relazioni tra diverse religioni, etnie e radici storiche e culturali nel processo di integrazione.
I principi dei quali si è discusso a lungo nel corso del dibattito hanno trovato una collocazione concreta nei rapporti tra l’Amministrazione di Priverno e le delegazioni che si sono intavolati nei giorni seguenti. Il risultato è che sono state ormai gettate le basi per incominciare a collaborare sinergicamente e con costanza a progetti comuni di carattere economico. “Sono stati attivati scambi con l’Associazione Eurocitizens – ha precisato Camillo Libertini - della quale erano presenti referenti della città di Catania, dell’Ungheria e una delegazione portoghese. Per entrare a far parte dell’associazione e condividerne progetti, è necessaria la presenza di alcuni rappresentanti del Comune interessato e Priverno ha già aderito”. “In modo particolare – ha aggiunto il sindaco Macci – i portoghesi hanno manifestato una forte volontà, condivisa dalla nostra Amministrazione, ad integrare nei progetti comuni soprattutto le persone socialmente più deboli”.
Per quanto riguarda accordi di tipo economico Macci ha aggiunto che “l’evento è stato occasione per incontri bilaterali. Con i rappresentanti delle delegazioni si è concordato sulla necessità di dare concretezza a queste azioni. Molto apprezzato è stato il Punto di Informazione Turistica, inaugurato domenica 5 marzo ad opera dell’Associazione Antica Terra Volsca e luogo espositivo e di scambio di prodotti agro - alimentari. Siamo stati invitati dagli slovacchi a prendere parte alla loro fiera che si svolgerà a settembre e noi li ospiteremo in occasione della festa medievale di agosto. Infine è intenzione dichiarata di ambo le parti procedere ad un maggiore coinvolgimento della popolazione interessando anche le scuole e le associazioni. Come Amministrazione abbiamo ricevuto inviti ufficiali ad alcuni eventi dalla Polonia, Slovenia e Portogallo”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE