Cronaca

Priverno. Inaugurato il centro giovanile

06/03/2006

Nella seduta dell’ultimo Consiglio Comunale del 2 marzo è stato approvato lo statuto che regolamenta l’apertura del nuovo centro di aggregazione giovanile denominato Z.A.G. Priverno Officine Creative. La proposta è stata portata in Consiglio dal consigliere Roberto Federico con delega alle Politiche Giovanili. “ Si tratta di un progetto nel quale ho creduto molto – dichiara il consigliere - e questa amministrazione si è impegnata nella ricerca delle risorse necessarie per la messa a punto dei locali per arrivare all’inaugurazione del centro prevista per il 18 marzo. Dell’approvazione del regolamento del centro si è discusso in Consiglio all’inizio con toni piuttosto pacati , tanto che lo stesso consigliere Umberto Folcarelli, ex delegato ai giovani, ha dichiarato il suo apprezzamento nei confronti del progetto. Inspiegabilmente però, al momento di votare ha espresso la sua astensione cosa che non riesco a decifrare dal momento che credo questa sia la prima volta che si cerchi di dare una risposta concreta alle esigenze del mondo giovanile, cosa che non è riuscita a fare l’ex assessore Folcarelli. L’approvazione dello statuto costituisce l’inizio di un processo di apertura verso il mondo giovanile, troppo a lungo propagandato ma mai realizzato. Forse il consigliere Folcarelli non ha accettato l’idea che questa amministrazione alle chiacchiere ha sostituito fatti concreti”.
I locali del centro giovanile si trovano in località San Lorenzo, nella struttura dell’ex liceo scientifico. “Il centro – spiega Federico - risulta costituito da una sala prove insonorizzata che darà la possibilità, ai numerosi gruppi musicali di Priverno, che da troppo tempo ne avanzano richiesta e che per troppo tempo sono stati presi in giro dalle amministrazioni precedenti, di poter suonare liberamente avendo a disposizione un luogo deputato a questo uso specifico”.
Oltre alla sala prove, il centro ha a disposizione una sala per attività di genere diverso dove sarà possibile realizzare un giornalino mensile di comunità sulle attività e le novità del centro. Un’altra sala sarà utilizzata esclusivamente per i corsi come quelli musicali, linguistici, informatici, di ceramica, fotografia, teatro. E’ stata attrezzata, inoltre, una sala per lo sviluppo fotografico.
E’ già in funzione da diversi mesi uno spazio messo a disposizione delle associazioni che ne vogliono fare richiesta adibito anche a sala cinematografica da utilizzare per la visione di film. Subito dopo l’inaugurazione del centro, si apriranno le iscrizioni rivolte a tutti i giovani di età compresa dai 14 ai 30 anni. Contemporaneamente saranno convocate tutte le realtà associative giovanili di Priverno per concordare i vari regolamenti interni e per procedere alla nomina dell’organo direttivo. Nel giro di circa due mesi il centro sarà dunque pronto a decollare.
“Questa è la prima vera iniziativa importante legata al mondo giovanile della città – conclude Federico. L’auspicio è che tutti i ragazzi possano farne un buon uso considerandolo non solo come punto di riferimento e di aggregazione dove poter occupare il proprio tempo libero ma anche come luogo di formazione e di apprendimento grazie alla possibilità di seguire corsi di formazione. Sono personalmente soddisfatto anche per il primo risultato raggiunto: con l’apertura del centro, infatti, questa amministrazione ha potuto richiedere ed ottenere un finanziamento regionale grazie al quale poter svolgere le attività legate al progetto dell’apertura del centro. Rivolgo un invito a tutte le realtà giovanili di Priverno a partecipare attivamente al processo di apertura e di gestione del centro, al di là di strumentalizzazioni politiche, talvolta di basso livello, che non servono”.

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE