Eventi & Cultura

Priverno. Festeggiamenti in onore di Tommaso d'Aquino

27/02/2006

Dal 4 al 7 marzo la città di Priverno festeggerà il suo santo patrono, il Doctor Angelicus, il dottore angelico, San Tommaso d’Aquino che nel 1274 esalò il suo ultimo respiro nell’abbazia di Fossanova. In occasione di tale ricorrenza e proseguendo sulla scia inaugurata dall’amministrazione lo scorso anno, alla festività religiosa saranno associate numerose iniziative collaterali.
“Nella speranza che dal sacrificio di don Andrea possa nascere qualcosa di positivo – ha dichiarato il primo cittadino Umberto Macci – abbiamo invitato alcune delegazioni provenienti dai Paesi Europei estendendo l’invito anche a una delegazione proveniente dalla Turchia. Questo, oltre che per sottolineare l’importanza del ruolo delle piccole realtà locali nel processo di unificazione europea, per evidenziare che la condanna di un gesto criminale non può e non deve essere estesa a tutta una nazione e che, nel nostro piccolo, dobbiamo contribuire ad aiutare la parte più moderna ed illuminata del mondo islamico a prevalere”. E una delegazione turca sarà presente a Priverno, avendo la città di Gaziosmanpesa – Istanbul – accettato l’invito dell’amministrazione a partecipare. “L’accettazione di questo invito – si legge nella missiva con la quale il sindaco ha poi invitato la città turca – assumerebbe particolare significato in quanto Priverno è la città natale di Don Andrea Santoro, recente vittima del fanatismo religioso e costituirebbe la migliore risposta per sottolineare, oltre alla volontà della Turchia, la partecipazione al processo di integrazione europea con spirito di fratellanza che continua ad accomunare i nostri popoli”.
Anche quest’anno alcune iniziative sono state realizzate in collaborazione con produttori e artigiani locali.
Quattro giorni consecutivi contrassegnati da iniziative di carattere diverso. Il primo giorno, il 4 marzo,
è previsto, dalle ore 10 alle ore 18, l’arrivo e la sistemazione delle delegazioni di Kanal ob Soc? e Brda (Slovenia), Ra?a (Slovacchia), Krosno e Andrychow (Polonia), Caposele (Italia), Associazione Comuni dell’Attica ‘Tekde’ (Grecia), Mira Sintra (Portogallo) e Gaziosmanpasa (Turchia). Nel pomeriggio, subito dopo la prima fase di accoglienza, alle ore 18 al Castello di San Martino si svolgerà il dibattito sul tema Quali opportunità economiche nei rapporti di scambio tra i piccoli Comuni? Interverranno sindaci, amministratori, associazioni. Presiederà l’On. Gabriele Panizzi. Concluderà il Presidente dell’Amministrazione Provinciale, Armando Cusani. Domenica 5 marzo si comincerà alle ore 12, in Via Consolare dove è prevista l’ inaugurazione del Punto di Informazione Turistica con la degustazione di prodotti tipici. Il Punto di Informazione è legato a un progetto iniziato lo scorso anno per volontà dell’amministrazione comunale che vede coinvolta, in un sinergico rapporto di collaborazione, l’associazione ‘Antica Terra Volsca’ costituita da produttori e artigiani locali con l’obiettivo di rivalutare i prodotti tipici locali, soprattutto quelli legati al settore agro – alimentare con la possibilità di scambio ed esposizione in loco anche di prodotti stranieri . Il Punto di Informazione si occuperà inoltre di organizzare e partecipare a fiere, convegni, mostre sia in Italia che all’estero con lo scopo di promuovere i prodotti su indicati, gestendo tutti i servizi, le manifestazioni, le imprese commerciali connessi con gli scopi indicati. Costituirà, in aggiunta, un vero e proprio punto di riferimento dal punto di vista informativo e turistico. La giornata proseguirà con altri due appuntamenti: ore 13 – Portici Comunali – polenta in piazza, momento curato dall’Associazione Carabinieri in congedo e dall’associazione Marinai Italiani – sedi di Priverno – e alle ore 21, presso il cinema teatro comunale sarà di scena il concerto della ‘Premiata Orchestra Repubblica Partenopea’. Sei ragazzi di Latina, la vigilia di Natale del 1995 si riuniscono e danno vita alla Premiata Orchestra della Repubblica Partenopea; più per divertirsi che per puntare al successo esterno ma ora sono ricercatissimi dai gestori d'ogni locale. Stiamo parlando di Marco Picca (chitarra e voce), Enrico Esposito (mandolino e voce), Roberto D'Erme (chitarra e voce), Paolo Patanè (basso), Roberto Masotti (batteria (sostituito poi da Carlo Iaccarino e ancora da Giorgio Raponi), Lucio Teson (pianoforte) new entry Luca Fiaschetti (chitarra e coro ) Paolo Pelegatti (chitarra e coro), Gianfranco Iaccarino (percussioni). Loro in realtà sono tutti di Latina e di partenopeo hanno solo la simpatia, lo spirito d'improvvisazione e la musica nel sangue. La musica napoletana sembra essere tornata di moda grazie alla Premiata Orchestra della Repubblica Partenopea. Sulla falsa riga di Arbore e compagni ecco sorgere a Latina la formazione che dal 1995 ha stravolto non poco i canoni della musica live nei locali notturni. Il loro repertorio, spazia da "Malafemmina" a "Luna rossa", da "Torero" a "Tu vò fà l'americano", non trascurando Pino Daniele, è condito anche di intermezzi cabarettistici che garantiscono, al pubblico sempre numeroso, gustose risate. Per lunedì 6 marzo in mattinata è previsto l’incontro tra le delegazioni ospiti e la Camera di Commercio di Latina e il Consorzio Industriale. Alle ore 16.30 nella Cattedrale di Santa Maria la messa in onore di San Tommaso D’Aquino e, a seguire, la solenne processione per le vie della città. Al termine uno spettacolo pirotecnico in Piazza Giovanni XXIII (offerto dall’Amministrazione Comunale). Il giorno conclusivo, la ricorrenza di San Tommaso, Priverno si trasformerà in una grande vetrina grazie all’allestimento della fiera di prodotti tipici locali e agli stand posti in Piazza Giovanni XXIII che ospiteranno anche i prodotti dei paesi europei

Rita Bittarelli

    Tag

    Priverno

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE