Cronaca

TERME. Mancini: "Solo un inutile sperpero di denaro pubblico"

14/07/2000

C'è un sogno che si aggira per la città e che le cronache dei giornali raccontano da svariati anni a questa parte. Un sogno che fino adesso è rimasto tale. Giusto un argomento di cui scrivere, spesso anche buttato lì così, senza troppa convinzione. E questo malgrado negli ultimi tempi esista addirittura una Spa. Gli ultimi tempi, appunto. Quelli delle polemiche e dei veleni. Il primo a puntare il dito, è il consigliere comunale del centro-sinistra Pasquale Mancini. Parla di sperpero di denaro pubblico. C'è una società aperta, e la società costa. Quanto? "Il bilancio chiuso al 31 dicembre 1998 presenta una perdita di 320.180.335 lire. Il suo presidente, Salvatore Apostolico, prende un compenso di 6 milioni al mese. Un totale di 72 milioni l'anno di soldi pubblici". I compensi sono addirittura più alti nel 2000. Per il Presidente Apostolico si parla di 90 milioni l'anno. "Mi chiedo per fare cosa"

Mauro Cascio


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE