Cronaca

Prossedi. La minoranza scrive al prefetto

08/10/2005

I consiglieri comunali di minoranza del Comune di Prossedi Raoul De Michelis, Giampiero
DI Palma, Alberto Lisi e Roberto Passarelli hanno richiesto l’intervento del Prefetto di Latina per l’esercizio dei poteri sostitutivi previsti dall’articolo 39 del Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali (Decreto legislativo 18 agosto 2000 nr. 267).
La vicenda riguarda la mancata convocazione del Consiglio Comunale richiesta dai consiglieri di minoranza con l’iscrizione all’ordine del giorno della proposta di deliberazione riguardante la modifica dell’articolo 45 del Regolamento del Consiglio Comunale.
In data 13 luglio 2005 infatti i consiglieri presentarono al Sindaco di Prossedi una richiesta con la proposta di deliberazione e l’espilicita richiesta di convocazione del Consiglio Comunale entro 20 giorni così come previsto dall’art. 27 del Regolamento del Consiglio Comunale di Prossedi.
Il sindaco non ha mai provveduto a convocare il consiglio comunale ne tantomeno ad iscrivere la proposta della minoranza all’ordine del giorno della prima seduta utile che sì è tenuta il 29 settembre.
La richiesta alla massima autorità provinciale viene dopo che sono passati infruttuosamente sia il termine dei 20 giorni, scaduto i primi giorni di agosto, che la convocazione del consiglio comunale del 29 settembre.
Per i firmatari della richiesta, che speravano nell’inclusione della proposta all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio, ciò dimostra uno scarso spirito di collaborazione e poca considerazione delle proposte della minoranza.
Ora la parola passa al Prefetto di Latina che in base al citato articolo 39 dovrà diffidare il sindaco di Prossedi ad iscrivere all’ordine del giorno del consiglio comunale la proposta della minoranza.

Rita Bittarelli

    Tag

    Prossedi

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE