Eventi & Cultura

Cisterna. Arriva il "Festival della Collina"

23/07/2005

La musica, la danza, la cultura internazionale sbarca i piazza a Cisterna. Il noto Festival della Collina farà tappa a Cisterna questa sera, sabato 23 luglio, in piazza 19 Marzo, all’interno della rassegna "Cisterna Estate".
Come è noto, ogni anno il Festival ripropone un gioioso appuntamento fatto di danze e di musiche della tradizione popolare di tutto il mondo. All’interno della manifestazione ogni anno, circa 300 giovani, provenienti da tutti i Continenti, si incontrano, imparano a stimarsi e ad amarsi. Davvero particolare la serata di sabato 23 Luglio a Cisterna che vedrà la presenza dei gruppi folcloristici della Croazia, Nuova Zelanda e Spagna.
I gruppi che prenderanno parte alla manifestazione sono: "Osijek 1862 Croatian Cultural-Artistic Company"; "Te Whanganui-a-Tara Maori Culture Group"; "Coros y Danzas de Ronda".
Il gruppo croato, proveniente dalla città di Osijek, fin dal 1862, data di nascita, ha portato avanti programmi culturali, artistici e sociali, privilegiando l’insegnamento della musica e della danza ai ragazzi delle scuole e dell’università ed ai giovani lavoratori di Osijek, nel rispetto delle tradizioni e costumi popolari. Le canzoni e le melodie, accompagnate dai "tamburitzas", i tipici strumenti a corde, superano i confini della Croazia e ci raccontano dei tanti aspetti della vita di tutti i giorni, il tutto sotto l’attenta visione del Direttore Zeljko Ciki.
Giungono dal lontano Oceano Pacifico, invece, i giovani Maori, innamorati e rispettosi delle proprie radici culturali. Il popolo Maori ha conservato il rispetto per i rituali e le cerimonie tradizionali che riconosce come mezzo per riaffermare l’ appartenenza ad un gruppo sociale. Il loro spettacolo include canzoni Maori, danze, danza dei bastoni, e la famosa danza della guerra Haka. La direzione è affidata a Bill Nathan, mentre le coreografie sono curate da Donas Nathan.
Infine dall’Andalucia, arrivano i ballerini e i musicisti di "Coros y Danzas de Ronda". Ronda è una città multiculturale: un’infinità di popoli nel passato hanno attraversato le vie del paese, lasciando loro impronte, nei quartieri, nella cultura e nei cuori della gente. Il gruppo, fondato nel 1950, è impegnato in un’attenta e certosina ricerca delle tradizioni ed oggi, oltre ad impartire lezioni di Flamenco, prepara gli allievi (circa 7000) nel balletto classico spagnolo sotto la direzione di Isabel de los Reyes Vazquez Ramirez.

Rita Bittarelli

    Tag

    Cisterna

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE