Economia

Economia: continua stato di agitazione alla ABB di Pomezia

11/07/2000

Continua lo stato di agitazione dei 200 lavoratori della ABB trasformatori
di Pomezia, contro la decisione dell' azienda di smantellare lo stabilimento
e trasferire altrove la produzione. Nell'incontro, che si e' svolto ieri al
ministero del Lavoro, sono ancora emerse divergenze sulle soluzioni da dare
alla vertenza e oggi l' assemblea dei lavoratori ABB ha chiesto impegni
concreti al ministero, alla regione Lazio, alla provincia di Roma e ai
comuni del comprensorio. In particolare l' assemblea ha chiesto un incontro
urgente con il vicepresidente della regione, Simeoni, per verificare la
disponibilita' sulle proposte avanzate dai sindacati per la
reindustrializzazione dell' azienda. Entro luglio la ABB considerera' chiusa
la trattativa, ma la Rsu ha ribadito che il problema non puo' essere
condizionato dai tempi, rinnovando la richiesta che la societa' si impegni
ad investire direttamente a Pomezia e a favorire
investimenti di altri imprenditori.

Mauro Cascio


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE