Politica

Consiglio comunale. Finestra: «Non perdiamo questa occasione»

14/11/2000

Il Consiglio comunale riprende, nel pomeriggio di ieri, la sua navigazione, ma le acque sono ancora incerte. Il primo punto su cui si torna a discutere è di quelli forti: “Parco tematico – controdeduzioni”. Si scatena la solita rissa di interventi tra maggioranza e opposizione. Le discussioni maggiori erano per via della mancata discussione dell’argomento nella commissione Urbanistica. In sostanza, secondo l’opposizione, del Parco tematico non si è mai discusso tra i consiglieri, arrivando così fino alla seduta di ieri sera, quindi era opportuno almeno una riunione in commissione. I rappresentanti del Polo si sono dati da fare, regolamento alla mano, per chiarire che il tema era stato portato in commissione, ma non discusso nei quindici giorni previsti dal regolamento, pertanto doveva essere portato direttamente in Consiglio. Sull’argomento prende la parola, per ultimo, il sindaco Finestra: «Io sono convinto che sul progetto si è d’accordo tutti. Non sono ammessi bracci di ferro , tra maggioranza e minoranza, quando si tratta di questioni fondamentali per la città. È importante per i futuri investitori che la città si presenti unita e compatta. Chiedo, quindi, la riunione dei capi gruppo con i membri della commissione Urbanistica, per decidere se far ritornare l’argomento in commissione e poi di nuovo in Consiglio, oppure per decidere stasera. Per me non ci sono problemi. L’importante è che si faccia in fretta. Per il bene della città devono essere eliminate tutte le contrapposizioni. Vi prego di non far svanire questo sogno». Il sindaco spiega poi che c’è già l’Enel pronta a finanziare gran parte del progetto di fattibilità, e che se si concretizzasse potrebbe dar lavoro a centinaia di persone. Di nuovo ennesima sospensione decretata dal presidente De Monaco, per la riunione dei capi gruppo. La decisione è scontata. Il punto sul Parco tematico torna in commissione e sarà presentato al prossimo Consiglio. L’Assemblea ha votato poi l’acquisizione, al patrimonio comunale, dei “Magazzini generali” in corso della Repubblica. Per i titolari sono state individuate delle aree da cedere in permuta, più precisamente si trovano nelle zone di viale Giulio Cesare, via Adige e via Villafranca. Lavori consiliari di nuovo sospesi e rinvio alla seduta di venerdì prossimo. Da segnalare un vivace scambio di battute, tra i rappresentanti dei due schieramenti, sull’atteggiamento tenuto dalla stampa pontina sulle vicende comunali, considerato da alcuni consiglieri del Polo troppo e spudoratamente schierato con il centro sinistra.

Redazione ParvapoliS


    Articoli correlati

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE