Politica

Latina. Consiglio comunale: primo tempo incerto

13/11/2000

Come è ormai consuetudine, il Consiglio comunale di stamattina si è aperto con l’appello e l’immediata sospensione per convocare la Conferenza dei capi gruppo per fissare l’Ordine del giorno. Riunione più lunga del solito, ci sono volute quasi due ore per tornare in aula. Prende la parola Raimondo Tiero, capogruppo di Forza Italia, per comunicare la posizione del suo partito, dopo le recenti polemiche all’interno della maggioranza. «Se qualcuno dell’opposizione pensava che questo Consiglio sarebbe stato l’ultimo forse si è sbagliato», è l’inizio dell’intervento di Tiero, il quale poi nel complesso sostiene che «il nostro intento è quello di definire un metodo procedurale che sappia regolare il funzionamento ordinario dell’attività amministrativa e politica del Comune». In sostanza quanto già annunciato nei giorni scorsi dal Polo con i suoi comunicati stampa. Immediate le repliche da parte di molti consiglieri di minoranza. Davoli: «Voi di Forza Italia dovete decidere se amministrare la città oppure cercare il consenso popolare: o siete maggioranza o siete opposizione». I lavori riprendono con la proposta del presidente De Monaco di invertire, e discutere come primo punto, l’argomento sulla “modifica di due delibere consiliari riguardanti l’Edilizia residenziale pubblica”. Il punto viene discusso e votato favorevolmente non senza difficoltà, non tanto per il merito quanto per le modalità, in sostanza la minoranza voleva procedere nei lavori così come elencati nella convocazione, mentre per la maggioranza era più utile decidere subito vista l’emergenza sociale sul problema casa. Il Consiglio è stato poi sospeso e aggiornato nel pomeriggio di oggi.

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Latina

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE