Sport

Volley. Acqua&Sapone Icom Latina. Vladimir Grbic: «Noi possiamo giocare esclusivamente se stiamo in gruppo». Dura trasferta a Verona

04/10/2004

Davanti le Telecamere di ParvapoliS Vladimir Grbic, uno dei protagonisti della vittoria
della Acqua&Sapone Icom Latina Volley contro Gioia del Colle.
«Sono contento perché abbiamo dato questa gioia ai nostri tifosi qui al Palabianchini».
Che differenza c'è stata rispetto alla prima di campionato? «Meno cartellini, direi».
Siete stati penalizzati? «Ci siamo fatti innervosire senza senso. Siamo stati scemi.
Sapevamo benissimo che a Modena avrebbero fatto di tutto per non farci vincere.
Le palle appena appena un po' fuori venivano interpretate come valide se erano
dei padroni di casa. Noi dovevamo stare più calmi. Ma mi è dispiaciuto il modo con cui
abbiamo perso. Oggi abbiamo dismostrato l'umiltà e l'unità, che è una cosa molto
importante». Sì, si nota che avete fatto gruppo... «Noi possiamo giocare solamente
ed esclusivamente se stiamo in gruppo. Con la grinta riusciamo a graffiare».
Quindi è più importante il gruppo dell'individualità... «Assolutamente sì. Questo è uno
sport di squadra». Che importanza ha la vittoria qui? «Con una squadra nuova, su cui
non hanno scommesso in tanti, nella prima partita in casa direi che è un risultato buono.
E il pubblico ancora una volta è stato magnifico. Mi piacerebbe che venisse fatto un
palazzetto ancora più grande per poter permettere a tutti i tifosi di vedere le partite».
Ora bisogna guardare avanti... «Assolutamente sì. Punto su punto. Andremo a Verona
per vincere».

Elisabetta Rizzo


    Tag

    Volley

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE