Politica

Valle: «Non ho dato io degli affaristi agli "azzurri" ma Finestra. Zappalà insulti anche lui»

08/11/2000

Dopo l'attacco di Forza Italia arriva puntuale la replica di Leonardo Valle segretario comunale del Partito Popolare. «L'on. Zappalà con una violenza inaudita ha insultato il sottoscritto a mezzo
stampa perchè ho osato definire inopportuna e sbagliata la nomina di Nasso a
presidente della Commissione Lavori Pubblici, in quanto, avendo interessi
diffusi sul territorio, può interferire con essi durante lo svolgimento del
suo mandato istituzionale; la violenza della risposta di Zappalà dimostra
che forse ho colto nel segno e viene fuori il vero volto di Forza Italia,
prontissima a criticare il Sindaco e la sua giunta paralizzando la macchina
amministrativa e altrettanto pronta a difendere anche con atteggiamenti poco
consoni ad un europarlamentare le posizioni di potere acquisite.
Sulla inconsistenza dei Popolari, poi ,mi fa sorridere Zappalà in quanto
siamo forti e bravi dietro le quinte quando magari si corteggiano i nostri
esponenti politici a Latina come in tutta Italia, e poi veniamo insultati
ed attaccati perchè siamo l'unica formazione di centro che ha deciso di non
avere padroni.
Per nulla intimidito e profondamente convinto dell'errore nella nomina di un
costruttore alla guida di quella commissione,informo Zappalà che faccio
politica da 15 anni, nel movimento giovanile della D.C. con incarichi a
livello provinciale e nazionale, e nel Partito Popolare Italiano da 3 anni.
Per quanto riguarda la professionalità di Nasso non la ho messa in dubbio
perchè, ripeto, non ho mai havuto l'opportunità di conoscerlo.
Chiudo affermando che gli appellativi di affaristi al gruppo di Forza Italia
non sono partiti dal sottoscritto ma dal sindaco Finestra negli ultimi
consigli comunali come da verbale di seduta, Zappalà abbia la coerenza di
insultare lui così come ha insultato il sottoscritto».

Mauro Cascio


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE