Cronaca

Prossedi. Discarica a cielo aperto. Raul De Michelis: «Uno spettacolo poco edificante in via delle mura castellane. Autorizzato dal sindaco?»

05/08/2004

«È forse una discarica autorizzata dal sindaco quella che si trova nell’area comunale sotto
le mura di Prossedi?»
Di certo c’è che oggi chi transita in Via delle Mura Castellane trova uno spettacolo
poco edificante: una considerevole quantità di rifiuti di vario genere accumulati senza
alcuna minima protezione per la salute umana e gli inquinamenti.
Il tutto è nato il 9 luglio 2004 quando con un manifesto pubblico, il sindaco Franco Greco,
invitava la cittadinanza a depositare dal 12 al 20 luglio i rifiuti ingombranti nella
predetta area. I cittadini, che hanno il reale problema dello smaltimento dei rifiuti
ingombranti, hanno provveduto a seguire le indicazioni del sindaco.
Oggi sono ancora abbandonati al suolo rifiuti di vario genere (tv color, lavatrici,
frigoriferi, ecc.) senza alcuna protezione per la dispersione al suolo di sostanze inquinanti.
«Quello che meraviglia è il modo totalmente fuori legge che si è adottato per una soluzione
di un problema fondamentale quanto delicato - ha affermato il capogruppo di “Amo Prossedi”
Raoul De Michelis - non siamo l’unico comune ad avere questo problema ma nemmeno si
possono adottare soluzioni che di legale hanno ben poco».
I consiglieri del gruppo “Amo Prossedi” hanno presentato ieri un’interpellanza al sindaco
con la quale, oltre a motivare con i riferimenti normativi l’azione negativa intrapresa,
chiedono chiarimenti in merito alla situazione creatasi.

Elisabetta Rizzo

    Tag

    Prossedi

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE