Politica

Latina. Finestra rimane al suo posto

06/11/2000

Oggi doveva essere la giornata della resa dei conti. Il Sindaco finestra aveva dichiarato che se non si fosse “aggiustata” questa maggioranza lui avrebbe mandato tutti a casa dimettendosi. Per il momento niente dimissioni. I contrasti si sono risolti? Forse. Alleanza nazionale si presenta compatta in aula perché «è giusto che la vita amministrativa vada avanti, prescindendo dalle verifiche politiche», sostiene Cesare Bruni capogruppo in Consiglio. Forza Italia manda, uno dietro l’altro, tre suoi consiglieri (Addonizio, Gatto e il capogruppo Tiero) che al termine dell’appello usciranno dall’aula. Il Ccd continua con la sua assenza. Il Cdu, pur esprimendo critiche e solidarietà, questa volta rimane in aula. Si fa vedere anche qualche assessore di Forza Italia, anzi alla ripresa della sospensione Vincenzo Bianchi siederà accanto a Finestra. La replica del Sindaco. Ringrazia tutti e spiega che non rimangia niente di ciò che ha detto, «la verifica va avanti, io non torno indietro e sono disponibilissimo ad andare via». Ma non è così semplice. «La notte porta consiglio, specie se sono due», continua Finestra, «ma non è giusto che sia io, con le mie dimissioni, a sciogliere il Consiglio. Se io vado via tutto il programma sarà vanificato. Alcuni importanti progetti devono partire, altrimenti si perderanno centinaia di posti di lavoro, con le conseguenze che tutti possono immaginare. Perché devo essere io responsabile di tutto questo? Chi non condivide questi obiettivi, maggioranza od opposizione che sia, lo dica chiaramente e presenti una mozione di sfiducia al Sindaco». Insomma, chi vuol affossare la città che se ne prenda almeno la responsabilità, pubblicamente. Nel frattempo per tutta la giornata “dietro le quinte” si lavorava per ricucire lo strappo. Il Polo, ora Casa delle libertà, sta preparando un documento di “pacificazione”, e gli “scrittori” sono Zaccheo, Zappalà e Pedrizzi (il quale oggi di tanto in tanto faceva capolino nell’aula consiliare): il contenuto del documento è già fissato, si lavora per “smussare gli angoli”, e a giorni ne sarà data pubblica conoscenza. Fino a quando durerà? La fiducia reciproca sembra non essere molta, An e Forza Italia sembra stiano preparando comunicati “singoli”, qualora una delle parti parli per conto suo l’altra replicherà immediatamente. Ma i grandi progetti per la città che fine hanno fatto?

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Latina

    Articoli correlati

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE