Eventi & Cultura

Fondi. San Francesco, presentato il Piano dell’Offerta Formativa

21/01/2004

Presso la Sala conferenze del Castello Baronale di Fondi, è stato presentato il Piano dell’Offerta Formativa per l’anno scolastico 2003- 2004 del Liceo delle Scienze Sociali "San Francesco".
La valenza dell’iniziativa ha richiamato presso lo storico maniero moltissimi alunni ed insegnanti dell’Istituto "S. Francesco", delle altre scuole fondane, rappresentanti delle associazioni sociali, culturali, del volontariato.
La presenza del Sindaco di Fondi Luigi Parisella, dell’assessore alla Istruzione Pubblica prof. Egidio Turchetta, dell’assessore ai servizi sociali e alla Istruzione Pubblica della Provincia di Latina dott. Onorato De Santis, del Presidente della Commissione Provinciale delle Pari Opportunità Massimo Avallone, contribuiva a rilevare l’efficacia dell’aspetto educativo e della dimensione formativa che da alcuni lustri l’Istituto "S. Francesco" assicura nel nostro ambito territoriale.
E a tal riguardo, opportuna veniva comunicata ai presenti il riconoscimento della "parità scolastica" all’Istituto "S. Francesco" da parte del Ministero della Istruzione Pubblica.
L’introduzione dei lavori è stata svolta dal Gerardo Abbate e da Lucio Biasillo, che nella sua veste anche di capo-gruppo consiliare di Forza Italia, ha evidenziato come le attività del Liceo di Scienze Sociali a Fondi offrono una significativa opportunità: non limitarsi alla preparazione di pur qualificati operatori sociali, ma voler contestualmente proiettare tale esperienza al servizio della comunità che esige un costante rinnovamento di conoscenze, di tecnologie, di comunicazione.
La peculiarietà dell’Istituto S. Francesco – affermava nella presentazione delle linee-guida del Piano il Preside dott. Giovanni Stravato – risiede nel considerare e nel porre al centro dell’attività educativa e formativa la persona dell’alunno in relazione ai suoi bisogni, al contesto socio-economico e culturale.
È questo che determina un significativo coinvolgimento del discente alla vita dell’Istituto, tanto che molti di essi, dopo il corso di studi, sono contenti di prestare nell’ambito dell’Istituto "S. Francesco" la loro attività di insegnante.
Dopo l’intervento di Debora Marrocco che ha illustrato la sua positiva esperienza di insegnante nell’ambito dell’Istituto, Celso Coppola si soffermava sul Progetto di un "Nuovo Welfare" che tenesse conto dei cambiamenti della società e innanzitutto del rapporto tra bisogni e diritti in relazione alle risorse disponibili.
A tal fine – affermava Celso – risulta primario il ruolo delle Istituzioni Pubbliche e del privato sociale.
Di rilievo sono altresì risultate le relazioni di Luisa Mango circa il luogo istituzionale, di identificazione e quale ambito di cura della Famiglia, nonché di Teresa Mazzatosta sul ruolo del "counseling", come servizio di consulenza e di mediazione tra il ragazzo (con le sue risorse e i suoi limiti, con i suoi condizionamenti e le sue opportunità) ed il contesto ambientale circostante.
La presentazione del Piano si è conclusa con le riflessioni svolte da Basilio Presutti, in qualità di esperto di politiche scolastiche

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE