Economia

Ciclo delle acque. In Provincia la prima riunione della commissione per individuare il socio privato di minoranza

21/10/2000

In seduta pubblica, con la partecipazione dei rappresentanti delle ditte concorrenti ha avuto luogo la prima riunione della commissione tecnico - amministrativa incaricata dalla provincia di Latina di esaminare e, quindi, di individuare il socio privato di minoranza della costituenda società pubblico – privata, alla quale verrà affidato il compito di gestire per i prossimi 30 anni il ciclo delle acque dell’ambito territoriale ottimale n. 4 – Lazio Meridionale.
Un lavoro lungo durato diverse ore stamane, solo per la verifica dei documenti e per la successiva dichiarazione di ammissibilità dei sei raggruppamenti che hanno risposto alla gara.
Tre società francesi, una inglese e due italiane tutte dichiarate ammesse perché in regola con i documenti presentati e le certificazioni necessarie a svolgere il più complesso servizio della provincia di Latina, così come disposto dalla legge Galli.
Si è trattato di verificare stamattina la corrispondenza alle circa 180 domande formulate nel disciplinare di gara, che prevedeva, tra i vari requisiti che dovreva possedere la società, un fatturato relativo alla gestione delle attività legate ai servizi acquedottistico, fognario e depurativo, in ciascun anno dell'ultimo biennio, pari ad almeno 110 miliardi di lire; un patrimonio netto contabile di almeno 220 miliardi di lire; una linea di credito disponibile pari o superiore a 220 miliardi desumibili da idonea dichiarazione di primario Istituto di Credito e una fideiussione bancaria con validità di 365 giorni dalla data di presentazione delle offerte pari a lire 11 miliardi.
Si è trattato, quindi, del primo passo della commissione tecnico - amministrativa formata dal Prof. Luca Bonomo, Politecnico di Milano per Ingegneria Sanitaria Ambientale; dal Prof. Giuseppe De Martino, Università "Federico II" – Napoli per Costruzioni Idrauliche; dal Prof. Gianfranco Cavazzoni, Università di Perugina per Economia dei Mercati Finanziari e dal Prof. Alberto Stagno D'Alcontres, Università di Palermo per Diritto Societario.
La Commissione è presieduta dall'Ing. Massimo Di Marco.
La scelta degli esperti è avvenuta nell'ambito della rosa di nominativi comunicata da undici università italiane appositamente contattate che dovrà ora (e questo avverrà solo nei prossimi giorni) esaminare l’offerta tecnico – economica.
Per quanto riguarda l'odierno, fondamentale, passaggio rappresentato dalla prima analisi delle offerte pervenute, grande soddisfazione è stata espressa dall'Assessore Giuseppe Simeone: "Siamo ormai vicini alla scelta del socio privato della società mista di gestione - ha detto Simeone - una gestione che deve significare managerialità, salto di cultura, rapidità, snellezza, flessibilità nell'attuazione delle varie fasi, ma anche e soprattutto, il raggiungimento di una tempestiva capacità di risposta alle attese degli utenti, attraverso l'impiego di notevoli investimenti".

Mauro Cascio


    Altre notizie di economia

    ELENCO NOTIZIE