Cronaca

Niente patteggiamento per Koomenko

20/10/2000

Udienza stamani davanti al Giudice delle indagini preliminari Mario Gentile per Nicolas Koomenko, indagato per omicidio colposo e omissione di soccorso. Il Koomenko era il conducente della vettura che la notte del 25 giugno scorso investì, uccidendoli, a Borgo Sabotino i due ragazzi Eros Delle Cave e Giorgio Ruffo. Il difensore dell’indagato, Maria Concetta Belli, ha reiterato la richiesta di “patteggiamento” della pena, accordandosi con il PM Saveriano per una pena di ventuno mesi complessivi di carcerazione. Il Gip non ha condiviso l’accordo, quindi lo ha respinto ritenendo “la pena non congrua rispetto alla gravità del reato, e per il mancato risarcimento alla parte civile”. I familiari delle vittime sono abbastanza agguerriti e attraverso il loro legale, Anna Maria Pomenti, hanno chiesto al PM di far indagare il Koomenko anche per il reato di falso, poiché asseriscono che, quest’ultimo, esibì un tagliando assicurativo per la sua vettura contraffatto. Gli atti ritornano ora al Pubblico Ministero, il quale al momento della chiusura delle indagini dovrà chiedere il giudizio immediato o il rinvio a giudizio.

Redazione ParvapoliS


    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE