Politica

Grappa, Sabotino e Latina Lido in stato pietoso. Un intervento della Sinistra Giovanile

16/10/2000

Sullo stato pietoso in cui versano, a Latina, le circoscrizioni
de Sabotino-Grappa-Latina Mare, interviene la Sinistra Giovanile.
«Lasciamo per un momento ad Apostolico e ai suoi Conti (nel senso sia della Corte che del Bilancio) le Terme», scrive Graziano Lanzidei. « Iniziamo ad esempio dal problema della sicurezza, il conto dei ragazzi che perdono la vita ormai sta assumendo proporzioni veramente disastrose, i controlli continuano a non esserci e le forze dell'ordine presenti nel territorio non ce la fanno ad arreggere l'urto di un bacino, penso sottovalutato. Consideriamo anche la viabilità, ad esempio, l'unica strada che ha i titoli per essere chiamata tale è la via del Lido (scena di un tragico incidente, tra l'altro), le altre sono vecchie mulattiere alle quali ogni tanto va rifatto il moquillage; l'illuminazione, parecchie volte non c'è o se c'è è in virtù di quei pali della luce presi a chissà quale svendita (sono bassi e creano delle zone d'ombra colossali, per crederci basta passare sulla via del Mare la sera). Non c'è pulizia, i campi (nei quali giocano i bambini) sono infestati dalle zecche, parecchie zone sono lasciate allo stato brado, i canali vengono ripuliti una volta l'anno, e basta una pioggia che gli scantinati, come anche a Latina città, si allaghino.
La situazione in Circoscrizione è comatosa, il Presidente di Centro Sinistra diventa, dopo abile giochetto trasformista, diventa il Presidente di Centro Destra. Tre ex-esponenti di Forza Italia rientrano nel loro ex-gruppo dopo crisi di coscienza consumata di fronte al mega manifesto del loro Capo nonchè Unto del Signore. An che ritorna alla carica e i DS che, dopo anni passati ad ingoiare rospi, si ritrovano con i classico pugno di mosche. Meglio forse lasciar stare? Non crediamo assolutamente. Vogliamo che la Circoscrizione faccia chiarezza, che la smettano di giocare al Piccolo Politico (edizione riveduta e corretta del Piccolo Chimico) e inizino a pensare a qualle che dovrebbero amministrare, anche se il Polo, come vediamo, ha un po' di difficoltà a farlo un po' dappertutto.
Noi ci impegniamo fin d'ora a essere vigili (nel senso di attenti, perchè di vigili urbani in quella circoscrizione non se ne vedono da decenni) e a denunciare qualsiasi caso di mala amministrazione.
Per questo e per tanti altri motivi stiamo fondando un nostro circolo in quella zona che comprenderà anche la zona Santa Maria e Montello (lascio stare di denunciare anche quella situazione perchè altrimenti non finirei mai).
Questa iniziativa fa parte della nostra Pacifica Rivoluzione d'Autunno».

Mauro Cascio


    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE