Sport

Volley. Icom. Alessandro Giosa e Pietro Rinaldi: «Se lavoriamo tutti quanti sodo qualcosa di importante a casa possiamo portare di sicuro»

16/07/2003

Davanti le Telecamere di ParvapoliS Alessandro Giosa e Pietro Rinaldi, i due nuovi
acquisti della Icom Latina Volley. Alessandro, cosa si prova a sentirsi in A1?
«Ringrazio la Icom che mi ha dato la possibilità di ritornare in un campionato
di alto livello. Sono ovviamente contento». Pietro, la tua carriera l'hai spesa
sui parquet della A1, tra l'altro il tuo palmares vanta anche una Coppa dei
Campioni, una Coppa Italia e una Supercoppa. A Latina per vincere? «È stata una scelta ponderata bene.
Mi sono trasferito con la famiglia, dal nord, da Cuneo. Ho visto in questa società
una bella voglia di emergere, di fare buoni risultati a questo livello.
Il progetto mi ha stuzzicato». Alessandro, tu partirai dalla panchina ed avrai davanti
a te due grandi giocatori come Fortunato e Gustavo. Pensi di rubare qualcosa
a questi campioni? «Io penso soprattutto a lavorare bene e a dare il mio contributo».
Tu Pietro sei il nuovo libero, sostituisci Alessandro Trimarchi. Come ci si trova
in ricezione? «Si fa l'abitudine». Ti manca il colpo d'attacco? «Un pochino.
Ma quando si gioca ad alti livelli si possono avere comunque grandi soddisfazioni».
L'obiettivo? «Crescere». Lo scudetto? «Se lavoriamo tutti quanti, e partiamo con i piedi
per terra, qualcosa di importante possiamo portarlo a casa».

Redazione ParvapoliS


    Tag

    Volley

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE