Sport

Calcio. Il Latina pareggia 0-0 nella trasferta di Monterotondo

07/10/2000

Al 94’, dopo una sfida maschia giocata su un campo allentato dalla pioggia, la beffa per gli uomini di Attardi: punizione di Selvaggio, colpo di testa di Gambardella ed il gol, ma il direttore di gara, il sig. Celi di Bari, annulla per un fuorigioco. Un fuorigioco alquanto dubbio, infatti l’esterno di destra del pacchetto di centrocampo del Latina sembra colpire la sfera in linea con i centrali della squadra di casa. Un piccolo giallo, che al termine della sfida odierna, lascia l’amaro in bocca ai nerazzurri che hanno condotto una partita più che buona su uno dei terreni di gioco più ostici della stagione. Infatti la squadra di Morrone, al pari dell’Astrea, si può considerare un avversario a rischio, il quale doveva tastare il carattere, ma soprattutto il tasso tecnico del Latina targato Deodati.
La partita, causa l’alternarsi di pioggia a momenti di sereno e di un campo poco adatto ai preziosismi tecnici, è giocata più sulla grinta, la forza fisica e la determinazione. Al Latina, questi valori, anche oggi non sono mancati, ma sono stati indubbiamente penalizzati uomini, come Selvaggio o Sparacio, che fanno della loro superiorità tecnica la loro arma migliore. Attardi, sin dall’inizio, cambia le carte in tavola per la prima volta in questa stagione, infatti propone Sabatelli come mediano di centrocampo al fianco di Selvaggio con Gambardella e Di Stefano sulle laterali e con l’inserimento del giovane Pesce come terza punta sul settore di sinistra dirottando il folletto Sparacio a destra. Il Latina parte inizialmente con il freno tirato in balia di un Monterotondo molto aggressivo e spregiudicato, per poi, lentamente, prendere in mano le redini del gioco e condurre il proprio baricentro sempre più avanti. Ed infatti è sul finale dei primi quarantacinque minuti, ma in particolar modo nella ripresa, che si registrano le cose migliori del Latina che sfiora più volte la segnatura prima con Sparacio, poi con un colpo di testa di Taribello che manda la sfera di poco alta sopra la traversa ed infine con Di Stefano, anche oggi molto fumoso, che a porta praticamente vuota, per una uscita disastrosa di Portughese, manda a lato. E alla fine anche la beffa del gol annullato. Chi ha da recriminare su questo punto conquistato oggi è solo il Latina, troppo superiore in alcuni momenti e con una organizzazione di gioco che di partita in partita diventa sempre più ottimale; per il Monterotondo un punticino d’oro visto che in alcuni frangenti della partita era in balia degli uomini di Attardi. I migliori per i nerazzurri: Mancini, Parravicini e Sparacio. Deludenti ancora una volta le prestazioni di Taribello e Di Stefano.
Il Latina adesso deve meditare sui motivi di tanta imprecisione davanti alla porta e sul perché, in più di una occasione, la frenesia e il nervosismo prevalgono sulla logica e il raziocinio. Conclusosi, con il risultato di parità, l’unico anticipo della giornata, si attendono le altre partite di domani, dove spiccano le sfide tra Aprilia e Ladispoli, Monturanese ed Astrea e tra Terracina e Civitanovese. Il Latina tornerà in campo domenica prossima per la sfida interna contro il Tivoli. --- --- MONTEROTONDO – LATINA 0 – 0 --- --- PORTUGHESE, D’EUGENIO, ACHILLI, OUSALEM, BENCIVENGA, GALLUZZO, DESIDERI, CARLONE, BOGDANOV (64’ FONTINOVI), BIZZARRI, VOLANTE. --- --- DOMANICO, GAMBARDELLA, PECORILLI, PARRAVICINI, MANCINI, SABATELLI, PESCE, DI STEFANO, TARIBELLO (59’ PROSIA), SELVAGGIO, SPARACIO. --- --- GOL: Nessuno. --- --- ARBITRO: CELI di Bari. --- --- ESPULSI: Nessuno.

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Calcio

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE