Cronaca

Fondi. Crisi Medioriente. Ag contro pacifismo di sinistra

23/04/2003

«Ora che è caduto Saddam Hussein, la nostra attenzione deve riversarsi sul futuro del
popolo irakeno e di tutto il Medioriente». Così i giovani di An di Fondi che auspicano,
nello scacchiere mediorientale un ruolo determinante per l'Europa (liberta, forte
ed armata per la pace e la sicurezza internazionale) ed un dialogo con i paesi arabi
moderati. I giovani di An si sono dichiarati contro la guerra di "liberazione" delle
democrazie occidentali. Il valore predominante non deve essere l'esportazione della
civiltà e dei modelli di progresso ma l'autodeterminazione dei popoli.
«Non ci facciamo però ammaliare dalle manifestazioni demagogicamente
pacifiste e a senso unico di chi, come i DS, giustifica e appoggia la guerra solo
se voluta dai loro governi, come fecero nel 1999 mandando i nostri aerei a
bombardare Belgrado e inviando successivamente i nostri soldati a bonificare
il terreno dall'uranio impoverito senza avvertirli del pericolo».

Rita Bittarelli

    Tag

    Fondi

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE