Sport

Calcio. Continua l'incubo: un'altra sconfitta

15/12/2002

Con il nuovo allenatore Specchia in panchina, un Latina brutto, disordinato e confusionario rimedia una pesante sconfitta interna per 1-0 contro il Giugliano che ha giocato in inferiorità numerica per oltre venti minuti per l’espulsione di Misiti per proteste. Il tecnico Specchia cambia completamente modulo, passa dal 3-4-1-2 al più classico 4-4-2. Privo di Simonetti e Pecorilli, il tecnico schiera sulle corsie difensive Deoma e Zizzariello con Levanto e Zangla centrali; a centrocampo i cursori di fascia sono Manco e Pesce con Marzio e Latartara in cabina di regia; Baratto spalleggia Pilleddu in avanti. Solo panchina per Giusti. Il Latina parte forte e nel giro di due minuti crea l’occasione più ghiotta di tutta la partita: cross di Pesce e colpo di testa di Baratto a tu per tu con Corona, ma il portiere compie un vero e proprio miracolo. Nel corso del primo tempo c’è un altro guizzo di Pesce, con palla poco fuori, e, al termine dei primi quarantacinque minuti, la traversa di Latartara su punizione. Nella ripresa il Latina si spegne, le occasioni latitano ed il gioco diventa un utopia. Ecco che, per tutta la ripresa, il modulo è sempre il medesimo: lancio lungo dalle retrovie a cercare fortuna ma i pontini non impensieriscono mai l’estremo difensore gialloblù. Al 69’ l’espulsione di Misiti e, un minuto, al 70’ la rete che decide la partita: conclusione da oltre venticinque metri di Muratore con palla che s’infila agli incroci dei pali alla destra di Fimiani. Il Latina prova a cambiare qualcosa, esce il fischiatissimo Baratto per Stravato e nel finale c’è l’esordio di Asciolla ma per i nerazzurri è notte fonda. Termina con una sconfitta l’esordio del nuovo tecnico Specchia, una sconfitta meritata perché il Latina ha giocato una gara, soprattutto nella ripresa, senza idee, senza orgoglio e senza convinzione. Con questo risultato i nerazzurri vanno a –4 dalla zona play-off e a +6 da quella play-out.

Questa la formazione del Latina: Fimiani (6,5), Deoma (4,5), Zangla (5,5), Marzio (5,5), Levanto (6,5), Zizzariello (5), Manco (4,5), Latartara (5) (dal 65’ Stravato N.G.), Pilleddu (5), Baratto (4,5) (dal 79’ Leoncini N.G.), Pesce (7) (dall’81’ Asciolla N.G.).


RISULTATI: Acireale – Puteolana 1-0 - Brindisi – Ragusa 4-3 - Catanzaro – Olbia 3-1 - Fidelis Andria – Palmese 1-1 - Gela – Foggia 0-1 - Gladiator – Frosinone 0-1 - Lodigiani – Tivoli 1-0 - Nocerina – Igea Virtus 1-1.


CLASSIFICA: 36 Foggia - 35 Nocerina - 30 Brindisi - 28 Acireale - 26 Frosinone - 25 Gela - 24 Ragusa, Igea Virtis - 22 Latina, Catanzaro - 21 Giugliano - 20 Palmese - 19 Fidelis Andria - 16 Gladiator - 15 Lodigiani - 12 Tivoli, Olbia - 2 Puteolana.

Redazione ParvapoliS

    Tag

    Calcio

    Altre notizie di sport

    ELENCO NOTIZIE