Eventi & Cultura

Fondi. Teatro per amore. Franco Portone: «Il Festival a Ponza? Anche noi vorremmo farlo sulla terra ferma. Siamo pronti a ogni proposta»

29/11/2002

Davanti le Telecamere di ParvapoliS Franco Portone, ideatore e "anima"
del Premio Fondi La Pastora, uno dei più importanti riconoscimenti
teatrali a livello nazionale giunto alla 28^ edizione. Quale augurio?
«Spero di arrivare anche a 40. Io soo un po' superstizioso. L'importante
è avere il sostegno e la considerazione degli autori e degli attori».
Sappiamo che il Teatro di Parola non sta in buone condizioni.
Si parla di sforzo comune con gli Enti Pubblici...
«Dobbiamo arrivare alla creazione di una Fondazione che possa tutelare il Premio
e la sua storia. Intanto ringrazio di cuore l'assessore alla Cultura».
Lei è anche l'organizzatore del Festival del Teatro Italiano che si è tenuto
sempre al Tempio di Giove di Terracina. Da un paio d'anni invece è stato
trasferito a Ponza, con grossi problemi per chi vorrebbe seguirlo...
«Avete voluto aprire una ferita. Noi vogliamo stare sulla terra ferma.
Per immagine, per azzerare i costi, per venire incontro alle esigenze del
nostro pubblico».
Ma la nuova amministrazione di Terracina ha detto di no.
«Ognuno è libero di prendere le decisioni che vuole».
Ma Sperlonga, Gaeta, Formia...
«Siamo pronti a tutte le proposte».

Claudio Ruggiero


    Tag

    Fondi

    Altre notizie di eventi & cultura

    ELENCO NOTIZIE