Cronaca

Prossedi. Trovati nuovi ordigni bellici. Qualche mese fa morì un pensionato: restò dilaniato dall'esplosione. I residenti: «Abbiamo paura»

03/09/2002

Da qualche mese alcuni cittadini di Prossedi devono convivere con pericolosi ordigni bellici.
Solo qualche mese fa c'è scappato pure il morto: un pensionato che pensò di portarsene
uno a casa. Così, per sfizio. Ed è saltato in aria. Lui, con tutta la casa.
L'Associazione Amo Prossedi raccoglie l'accorata protesta di queste persone che hanno segnalato da tempo la presenza di residuati bellici. Protesta che ora vuole portare all'attenzione pubblica.
Le segnalazioni effettuate presso gli organi competenti infatti, precisa Raoul De Michelis, non hanno avuto alcun seguito.
I reperti, come mostra la foto allegata, giacciono ancora al suolo.
Uno dei cittadini ha il prezioso soprammobile nel giardino, a pochi metri
dall'ingresso della casa nei pressi della località Ponte Nuovo.
Un'altra bomba sta su un terreno agricolo in località Monte Nero.
Il rischio, dunque, è oggi più che mai presente.
È ora di intervenire.

Mauro Cascio

    Tag

    Prossedi

    Altre notizie di cronaca

    ELENCO NOTIZIE