Politica

La Sinistra Giovanile risponde a Cosignani: «Non siamo dei piagnoni. Siamo stati oggetto di intimidazioni e violenze»

14/09/2000

"Mi dispiace dover intervenire sul tema della deriva squadristica della destra latinense (o littoriana?)". A scrivere è Graziano Lanzidei,
della Sinistra Giovanile.
Filippo Cosignani, davanti le telecamere di ParvapoliS, fa sicuramente il suo gioco, cercando di screditare i DS agli occhi dell'opinione pubblica. Purtroppo cade vittima anche lui del più completo buio che come gruppo dirigente del Partito e della Sinistra giovanile abbiamo fatto scendere sulle continue "bravate" (fino a quando le vogliamo chiamare così?).

Cito qualche episodio fastidioso: le uova e le pietre tirate alla Festa de l'Unità dai motorini di passaggio, la scritta "Compagni tremate le SS son tornate", la celtica disegnata sulla porta, le telefonate intimidatorie al nostro segretario, le diverse minacce di pestaggio arrivate per vie traverse, gli accoltellamenti fatti a nostri militanti davanti al pub ecc.

A Latina, dico a Cosignani, non si può portare nessuna maglietta che faccia riferimento, anche vago, a simbologie di sinistra (esperienza personale). Latina è la città in cui si tenta di fare un salto indietro di 50 anni, di riportare tutto alla bonifica fascista.

Non è forse che Cosignani e camerati abbiano troppo marcato questa voglia di passato? Lo sappiamo tutti cosa è stato quel passato: lavori forzati, purghe, pestaggi tra le tante cose.

Invece di accusare i "piagnoni" dei Ds, pensaserro ad amministrare la città e non ad avventurarsi in discorsi ideologici che potrebbero avere effetti deleteri sulla gioventù deviata.

D'altronde questa destra non è quella che vuole vietare i film violenti in tivù per paura di emulazioni? Non vorrebbe eliminare i film a contenuto erotico proprio per non far crescere una generazioni con istinti maniacali?

Se queste cose le trasferissero anche nelle loro menti e nei loro atti si accorgerebbero che a forza di spingere nella esaltazione di un passato che bello e pacifico non fu, probabilmente eviterebbero anche che le forze di opposizione vengano bersagliate dai ragazzetti che così sentono come se avessero fatto qualcosa (anche se nessuno gliel'ha chiesto, aggiungo)"

Mauro Cascio


    Articoli correlati

    Altre notizie di politica

    ELENCO NOTIZIE